Il Trullo D’Oro (Alberobello) VOTO: 7/!0

21

 

Andare ad Alberobello e non mangiare in un trullo sarebbe come andare a mangiare carne in una località di mare.

Il Trullo d’Oro è uno dei ristoranti con maggiore tradizione ad Alberobello ed è rinomato per la sua vastissima cantina.

 

 

Si accede al ristorante entrano nel modulo centrale di una serie di tre trulli comunicanti. Si può mangiare nella grande sala centrale o nella più intima saletta laterale. L’ambiente è stato restaurato con gusto e mette in risalto il muro vivo alternato alle pareti intonacate. Gli archi in pietra circondano tutto l’ambiente che è arredato con piatti e strumenti da lavoro di una volta. Per ricordarsi che un tempo queste quattro mura ospitavano agricoltori… non certo ristoranti segnalati dalla guida Michelin!!

 

 

 

 

Il Trullo d’Oro non è celebre solamente per la sua vasta cantina, ma anche per i suoi infiniti antipasti (18 euro, minimo per due persone). L’antipasto – ormai lo abbiamo capito – in Puglia può assumere connotati luculliani, e al Trullo d’Oro trova una delle sue più sostanziose manifestazioni: più di quindici assaggini vengono serviti con ritmo serrato dalla cucina, alternando prodotti locali cucinati a volte con fantasia (carciofi affogati in aceto, polpo con fragole, gamberi in pastella) a volte in maniera più semplice, come vuole la tradizione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vi consigliamo assolutamente di cominciare la vostra cena in questo modo e di considerare l’ampiezza dell’antipasto al momento delle ordinazioni.

Tra gli altri antipasti segnaliamo la zuppa di cozze (10), la frittata trullo d’oro (6), la scamorza alla brace (7).

Ci ha stupito molto trovare, assieme ai piatti della tradizione – cavatelli e rape (8), orecchiette Alberobellesi (al ragout), purè di fave e cicoria (8), grano alla crudaiola (8) – alcuni piatti fuori contesto come gli spaghetti alla Carbonara (9), i bucatini alla matriciana (9), i tagliolini prosciutto e panna (9) i saltimbocca alla Romana (10). Il titolare ci ha spiegato che essendo Alberobello meta turistica, i clienti richiedono anche questi classici della cucina italiana, che francamente ritengo un po’ fuori contesto.

Veramente notevole la qualità della carne –  in parte allevata in zona, come l’agnello alla brace (10), la costata di asino (10), il capretto ai carboni (13), il filetto alla bracie o al pepe verde – in parte non locale come l’Entrecote di Angus (12).

 

Buono il classico dolce locale, un semifreddo al torroncino che non tradisce le aspettative.

 

Nel complesso al trullo d’oro si mangia sicuramente bene in un ambiente curato ed elegante. Il servizio è cortese anche se un po’ impersonale.

Trullo D’Oro

SERVIZIO: cortese

PARCHEGGIO: in estate un po’ impegnativo

PREZZO: 35 euro

INDIRIZZO: Via Felice Cavallotti 27

TELEFONO: 0804321820

GIORNO DI CHIUSURA: lunedì

COPERTO: 3 euro

BAGNO: pulito

NEI DINTORNI: fate una passeggiata ad Alberobello per vedere i trulli e le chiese

POSITIVO: ambiente elegante ma con una caratterizzazione rustica, ottima cantina, prodotti locali cucinati secondo la tradizione lasciando però anche spazio alla fantasia, ottima qualità

NEGATIVO: tre euro di coperto ci sembrano eccessivi, alcuni piatti ci sembrano fuori contesto

PIATTO DA NON PERDERE: gli antipasti

 

{google_map}40.785107,17.237388{/google_map}

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Your custom text © Copyright 2023. All rights reserved.
Close