IKEA Food: dove gustare cucina tipica svedese: VOTO 6.5/10

4

Ebbene sì, anche se la destinazione potrebbe sembrare insolita, noi di italianrestaurantandrecipes siamo andati a mangiare da IKEA! non dimenticate che è uno dei pochi posti, a Roma e negli altri luoghi dove Ikea ha una sede, in cui potrete gustare autentica cucina svedese!

Non Inorridite lettori gourmet… bisogna sempre assaggiare prima di poter dire qualcosa, e contestualizzare il luogo. E non bisogna essere snob quando si recensisce!

Chi non ha mai sentito parlare delle celeberrime polpette IKEA o del suo salmone? Era nostro preciso dovere andare e assaggiare di persona (non c’entra nulla il fatto che stiamo cambiando casa e dobbiamo arredarla… no eh?). Quindi per disquisire meglio quali pannelli (vetro-legno-lucidi-opachi e via dicendo) ci garbavano per fare della cucina”Faktum” la cucina dei nostri sogni (nella nostra micro casa nuova) ci siamo diretti al Ristorante IKEA.

I fast food hanno il loro fascino, e bisogna esplorarli per capire la chiave del loro successo. E in questo caso si parla di cibo vero, cucinato, altra faccenda rispetto ai panini con l’hamburgher! Per giunta c’è una grande attenzione, tipicamente Ikea, all’ambiente e alla salute: per cui troverete moltissimi cibi BIO (tra cui anche il pane e lo yogurt). E tutto è a dimensione famiglia (seggioloni, omogeneizzati e puree di frutta per i più piccoli, menu dedicati con pasta semplice, carne, yogurt e frutta a prezzi davvero imbattibili). Se siete vegetariani o intolleranti al glutine troverete i piatti fatti apposta per voi! Insomma vi sentirete molto coccolati, in una dimensione “ikea”.

L’ambiente è quello di un fast food nordico, bianco e pulito, del resto il progetto è svedese anch’esso con i cartelli che illustrano le pietanze, i tavolini di legno con le sedie coordinate (arredamento Ikea of course!), e i banconi di alluminio dove servirsi. Lo troverete, a qualunque ora (il ristorante è sempre aperto per tutta la durata di apertura di Ikea) discretamente affollato di famigliole, bambini, giovani coppie e anziane signore che si muovono con gran disinvoltura (bravissime, Nico ed io abbiamo ancora grandi problemi a ritrovare la macchina nel parcheggio, a quanto pare loro no!).

 

 

Il menu è abbastanza ricco, troverete immancabilemte i piatti forti, per cui IKEA ormai è divenuta famosa. Il salmone affumicato con salsa e insalata (davvero davvero buono!): la salsina mi ha turbato un po’ ma sono alla ricerca della spezia che la rende così insolita!

 

  

Oppure potrete avere un ottimo filetto di salmone al forno con medaglioni di verdure e salsa all’aglio e e erba cipollina. Ho visto i miei vicini di tavolo divorarsi i medaglioni di verdura!

E chi non ha lasciato il cuore nelle polpettine cotte nella cipolla con salsa alla panna e ribes, da mangiare anche con quella deliziosa marmallatina di ribes che vendono anche in barattoli all’uscita, servite con patate fritte o lesse? Di quelle polpettine ne mangierei un numero esagerato, state solo attenti che di cipolla ce ne è in abbondanza, e la digestione potrebbe essere lunga se siete delicati di stomaco.

  

  

Polpette & Co possono essere accompagnate con insalate varie, broccoli lessi,e verdure di stagione senza alcuna aggiunta di prezzo.

Se non sapete rinunciare la primo piatto potrete in ogni caso avere un buon cous cous, della pasta al pomodoro (del resto siamo in Italia a anche il Signor IKEA non l’ha dimenticato) o dei supplì dicreti, cotoletta, il french hot-dog racchiuso nella morbida baguette, le crespelle di verdure, la mozzarella con il prosciutto, gli spiedini di pollo, un invitantissimo sandwich ai gamberetti, il riso orientale, le zuppe bio.

Per arrivare infine al dessert tra cui delle macedonie (molto da fast food queste :-(), degli yogurt biologici che avevano davvero un ottimo aspetto, e una selezione di torte Svedesi: dalla celebre torta d+Daim, a base di crema di latte, cereali e mandorle e ricorperta di cioccolato al latte (una sorta di versione elaborata del kinder cereali che Nico ha spazzolato via), alla princess cake (un piccolo dscco di pan di spagna ricoperto di marmellata di lampone e panna, chiuso in un involucro di marzapane verde, una sorta di cassata svedese, ma più dolce della nostra), la almond cake, tipica torta svedese alle mandorle, il bio-dessert arancio e cioccolato, il bio- muffin,  le crepes al cioccolato, yogurt muesli e marmellata, o il mangia tutto, dessert alla nocciola tiramisù o panna nella cialda.

  

 

E da bere? tutte le bibite che conoscete, la loro birra, o i loro sidri (sia alla mela che alla pera) adatti sia ai grandi (nella versione alcolica) che ai piccoli (nella versione analcolica), the, caffè, cioccolata calda.

Due parole in più per i biscotti svedesi, davvero buonissimi, io non li compro più se no li mangio tutti. C’è l’imbarazzo della scelta: allo zenzero, all’avena (fantastici) alla vaniglia, con il cioccolato. Li troverete in vendita anche nel negozio alimentare di ikea, dove a natale potrete comprare le basi della casetta di pan di zenzero (per qualche idea su come farla clicca qui) e tutti gli ingredienti per ” rifare da voi” i piatti ikea, dalle polpette (salse incluse), al salmone fino ai dolci!

Somma dell somme, il ristorante fast food ikea si è rivelato un  posto piacevole dove fermarsi e rifocillarsi tra la scelta di un divano kivik e un letto malm, assaggiando qualche piatto tipo della Svezia…

 

Ristorante IKEA

PARCHEGGIO: facile (se avete un buon senso dell’orientamento)

SERVIZIO: auto da fè

COSTO: davvero bassissimo (Nico ed io 18 euro in 2 ma abbiamo ordinato troppo!)

INDIRIZZO: zona commerciale via della Bufalotta ( ma scegliete il più vicino a casa vostra), Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Your custom text © Copyright 2023. All rights reserved.
Close