Scaccomatto (Centro Storico) VOTO: 8,5/10

8

 

E’ bello poter scegliere… e a volte avere anche l’imbarazzo della scelta. E a Bologna per per la ristorazione è così. E il Ristorante Scaccomatto è diventato, già al primo assaggio,  uno dei miei preferiti… Quindi un grazie sentito a Chiara che mi ha permesso di scorpirlo tra la mille offerte della città:  mi ha detto, diretta diretta “Ma vuoi veramente sapere qual’è il miglior ristorante di Bologna?”. Cosa potevo fare se non correre a provare?

Siete nel centro a Bologna, nelle stradine sotto i portici, a via Broccaindosso, e Scaccomatto vi aspetta. Porta piccola in legno con il nome “disegnato” sul vetro (forse non visibilissimo al primo colpo d’occhio) e tante etichette delle principali guide, il menu esposto (mi diceva Chiara che cambia spesso e che le va lì ogni tanto a guardare cosa c’è di nuovo). All’interno una piccola sala curata. Prevale il bianco, piccoli tavoli e alle pareti e qualche richiamo alle carte da gioco appeso, sedie di legno lucido.

 

 

Sarete subito accolti con grande cortesia dal maitre di sala che saprà anche consigliarvi sul menu e gli abbinamenti. Quello che si respira è una atmosfera e semplice e tranquilla, senza troppo rumore o brusio di fondo. Il Menu è una vera gran bella sopresa…però se siete venuti qui qui con l’idea di mangiare affettati, gramigna con la salsiccia o tortelli forse questo delizioso ristorantino non è quello che cercate… è molto più di questo.

Lo chef del ristorante, Mario Ferrara, e suo il fratello Enzo, sono di origini Lucane e sono stati tra i primi a portare la cucina della loro zona d’origine a Bolgona già dal 1987.

 

 

Ma la cucina dello scaccomatto è davvero una cucina creativa, in continua evoluzione, che fa perno su prodotti stagionali, su presidi slow food e su materie prime di altissima qualità e di cui viene tracciato il percorso. Pensate che la prima pagina del menu contiene solo la lista dei fornitori (dal pane, alle verdure, la carne della macelleria Zivieirialle informazioni sui presidi slow food). Se girate pagina troverete un’offerta mensile, come vi ho detto il menu cambia spesso così come cambiano i prodotti di stagione, di un numero limitato di piatti, sia di carne che di pesce che mescolano la tradizione lucana con quella bolognese, un pizzico di oriente con una grandissima dose di estro e creatività.

Ve ne cito solo alcuni di Maggio 2012…

Antipasti (tra gli 11 e 14 euro): capriolo marinato con carciofi e piadina allo squaquerone, spiedino di gamberi con maionese al cavolfiore e olio alla vaniglia, sgombro all’agrodolce con verdure e burratina, battuta di fassona al coltello con uovo pochè.

 

 

Primi (tra i 13-14 euro): tortelli di guancia brasata con cream di sedano rapa e ristretto di vino, risotto acquerello con risotto di crostacei e carciofi, fettucelle con cipolla rossa, pomodorini, olive, bottarga e cacio ricotta, crema di cipolla con omelette di canocchie e pasta soffiata, etc etc.

 

 

Secondi (tra 14-17 euro): zuppetta di carciofi e polpettine di pane e pecorino (strabiliante), la salsiccia lucana di Mora romagnola con cime di rapa e peperoni cruschi, filetto di spigola con al sua bottarga e crema di carote, coda di vitellone alla “vaccinara”.

 

 

Dolci (8 euro, tris di dolci a 10 euro… e secondo voi non ho assaggiato il tris?): Semifreddo al torrroncino con nutella ricreata (cioè una crema di cioccolato e nocciole fatta da loro… superba), zuppetta di fragole alla mente gelato di crema e coriandolo (ero scettica, ma era fresco e buonissimo), cagliata di limone femminiello con inslatina di arance finocchietto e sale di cervia (in assoluto io mio preferito), creme brulèe di ricotta con sorbetto di lampone, e una selezione di sorbetti.

 

 

Vi assicuro che dolci ben fatti allo Scaccomatto non è difficile trovarne…

Oltre a tutto questo ci sono i piatti del giorno e i dolci del giorno… quindi fatevi raccontare tutto dal simpaticissimo maitre e prendetevi tutto il tempo per decidere.

I prezzi sono un po’ alti per Bologna e un poco uniformi tra le diverse categorie, ma la qualità del cibo vi ricompenserà assolutamente.

C’è la possibilità di scegliere tra due menu degustazione: quello “non solo carne”:  4 portate + dolce a scelta da 43,00 euro e il menu degustazione di pesce (5 portate + dolce a scelta) da 48 euro… onestamente penso che ne valga davvero la pena!

Insomma un posto davvero da non perdere…e dove ho voglia di tornare… perchè si tratta davvero di una cucina speciale. Di quelle che lasciano il segno. Di quelle che non dimentichi.

 

Ristorante Scaccomatto

SERVIZIO: molto cortese e rapido

PARCHEGGIO: non facile, è in pieno centro, venite in bicicletta o a piedi

COSTO: dai 35-40 euro in su (vini esclusi)

GIORNO DI CHIUSURA: Lunedì a pranzo.

INDIRIZZO: via Broccaindosso 63-B, 40125 Bologna

TELEFONO: 051 263404

PRENOTAZIONE: consigliata, non ci sono molti coperti

COPERTO: sì

POSITIVO: Cucina creativa di ottima qualità, servizio attento e rapido, un cestino del pane STRAORDINARIO (con pane e grissini di diverso tipo tutti fatti da loro, vedi fotografia).

 

 

NEGATIVO: parcheggio non facilissimo, prezzi molto uniformi tra antipasti, primi secondi e dolci.

 

{google_map}44.49372,11.355422{/google_map}

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Your custom text © Copyright 2023. All rights reserved.
Close