Fenesta Verde (Giugliano in Campania) VOTO: 8-/10

34

 

Sedersi in ristorante elegante, gustare le specialità della cucina Campana, essere coccolati da una proprietà attenta e appassionata.

Non stupisce il fatto che senza prenotare è assai difficile trovare posto da Fenestra Verde.

Come non stupisce neanche il fatto che il locale abbia recentemente aumentato i coperti, aprendo un elegante sala al piano superiore, proprio vicino alla terrazza con affaccio sulla storica chiesa di Giugliano in Campania allestita per le serate estive.

 

 

Fenesta Verde è un gioiellino incastonato in una zona densamente urbanizzata e – mi perdoneranno gli amici della zona – un po’ caotica. Quando si entra nel locale, lasciandosi alle spalle il traffico tentacolare dell’hinterland napoletano, la sensazione è quella di mettere piede in un rifugio in cima ad un montagna guadagnato dopo una faticosa camminata. La meta ambita non delude grazie ad un servizio attento e una scelta di piatti legata alle stagioni e al territorio. Proprio come vuole la dottrina slow food che ha infatti premiato questo ristorante con la chiocciolina.

La parola d’ordine di questo locale è non deludere il cliente. Non deluderlo con prezzi alti, non deluderlo dandogli la sensazione di essere solamente un “coperto” che porta qualche euro, non deluderlo tentando di farlo accomodare anche se i clienti sono tanti e i coperti no.

Nei miei confronti questo modus operanti si è ad esempio concretizzato nel farmi mangiare anche alle 3 di pomeriggio con la cucina che è rimasta praticamente aperta solo per me, mentre uno dei quattro proprietari (Guido e Giacomo in sala, Laura e Luisa in cucina) si è soffermato a chiacchierare a lungo con me a pomeriggio inoltrato. 

Ovviamente non si poteva non disquisire della cucina tradizionale Campana e della passione di chi accoglie nel proprio locale i viandanti con l’intento di farli sentire bene.

Da Fenesta Verde non troverete menu cartacei (ma non vi preoccupate, la sorpresa sul conto finale sarà positiva, non negativa), questo probabilmente perché i piatti cambiano in continuazione seguendo le esigenze del mercato, il vero protagonista in ogni ristorante di qualità.

Sempre gradito il piatto di benvenuto, nel mio caso un’ottima zuppetta, si può partire con un piatto di antipastini incentrati sulle verdure del territorio.

Ma è con i primi piatti che il locale da il meglio di se, tra le proposte segnaliamo una genovese di altissimo livello, pasta patate e provola, la minestra maritata, spaghetti cozze e bottarga, la zuppa di stocco, gli gnocchi fatti in casa con cozze e limone di Sorrento, la parmigiana di melanzane. Tra i secondi ottimo il baccalà alla brace su broccoletti,  la frittura calamari e gamberi, la pezzogna (un tempo pesce povero della costiera, oggi piatto pregiato) all’acqua pazza, la carne, d’inverno cotta sulla brace del camino.

 

 

 

 

 

L’impressione generali su Finesta Verde è che si divida tra la strada dei piatti tradizionali e quella della ricercatezza della qualità che supera la semplice tradizione. Ad esempio, i dolci sono quelli della tradizione, pastiera, semifreddo alla nocciola, millefoglie all’amarena. Per realizzare questi ottimi dolci la pasticcera ha frequentato diversi corsi a Parigi. Ma questo non vuol dire che da Fenesta Verde troverete i Macaron, semplicemente la tecnica francese viene adoperata per realizzare, ad esempio, la sfoglia dello stupendo millefoglie.

 

Perché ogni ristorante dovrebbe mantenere la bussola ben puntata verso la coerenza. E la bussola di Fenesta Verde viene evidentemente ricalibrata costantemente, non perdendo mai neanche un grado. Bravi, non vedo l’ora di tornare.

 

Fenesta Verde

SERVIZIO: ottimo

PARCHEGGIO: ci sono dei posti (strisce blu), davanti al ristorante.

PREZZO: 35 euro

TELEFONO: 0818941239

GIORNO DI CHIUSURA: domenica sera e lunedì

INDIRIZZO: Vico Sorbo 1. Giugliano in Campania

BAGNO: al piano di sopra, pulitissimo

POSITIVO: piatti della tradizione realizzati con tecnica e prodotti di qualità, prezzi corretti, ambiente eleganti, proprietari 

NEGATIVO: molto traffico nei dintorni

PIATTO DA NON PERDERE: ziti alla Genovese

 

{google_map}40.928097,14.196685{/google_map}

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Your custom text © Copyright 2024. All rights reserved.
Close