Contenuto principale

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

 

Si possono spendere 17 euro per tre tranci di pizza al taglio e nel contempo esserne felici??

Questa, miei carissimi lettori, è la domanda retorica che vi sottopongo oggi.

E visto che questa recensione non la state leggendo nell'apposita sezione "Le delusioni", se non siete completamente tonti, alla risposta ci siete già arrivati da soli.

Perché costa così cara la pizza al Pizzarium? Materia prima di grande livello, accostamenti arditi, (raramente solo arditi, il più delle volte geniali) e tanta fama... Perchè se una pizza al taglio finisce sulle maggiori guide di ristoranti poi quella pizza la paghi cara.

 

Gabriele Bonci (il primo a destra nella foto) è diventato una star puntando tutto sulla qualità. Con passione è riuscito a interpretare al meglio la voglia del pubblico di sperimentare, e lo ha fatto con coraggio e lungimiranza puntando sulla pizza al taglio, storicamente una pietanza da fast food poco considerata nel mondo della ristorazione. Un tipo di operazione che ha portanto in auge al Pizzarium un altro prodotto che fino a qualche anno fa veniva considerato "del popolo" e che oggi viene invece riscoperto e degustato dai foodies: la birra, proposta in questo strano locale nelle sue più importanti produzioni artigianali.

 

 

 

 

 

Da Pizzarium l'attenzione ai prodotti e alla lavorazione ha del maniacale: la pasta, vero segreto della pizza, è panificata con grandissima cura utilizzando farina selezionatissima e il lievito madre, ed è per questo che capita di andare al Pizzarium il tardo pomeriggio e non trovare più nulla: quando il lievito madre finisce, tutti a casa!! Il condimento è fatto con prodotti selezionati con l'attenzione che metterebbe uno Chef stellato: coratella d'anatra, pata negra, primo sale, agnello cotto ore ed ore, cinta senese, tartufo, 'nduja calabrese, bufala campana e via dicendo...

 

 

 

Tanto per farvi venire fame e farvi capire di cosa stiamo parlando; noi oggi abbiamo mangiato con gusto una splendida pizza con salsa di ceci, primo sale e sette pepi.

Aspetti negativi: oltre al prezzo (ultimamente aumentato), il locale, che risulta piccolo (ristrutturato a gennaio 2011), spesso affollato e in cui dovete rassegnarvi a mangiare in piedi. Ma questo è anche il suo bello, vedendola così nessuno si potrebbe mai immaginare che quella piccola pizzeria al taglio, nascosta dietro via Cipro, sforni una prelibatezza da premio.

 

Pizzarium

SERVIZIO: cortese (quando non c'è il pienone)

PREZZO: 15 euro (20 con birra)

PARCHEGGIO: impegnativo

CHIUSURA: quando finisce il lievito madre!

INDIRIZZO: Via della Meloria 24 - Roma

 

Comments powered by CComment